Cinema in Manifattura

Lo Stensen si trasferisce per l'estate in Manifattura: film originali e d'attualità, introdotti da ospiti, esperti o da veri e propri talk tematici.

dal 1 agosto al 10 settembre 2020

Descrizione

CINEMA IN MANIFATTURA

Piazza dell’Orologio, via delle Cascine 33

 

La Piazza dell’Orologio della Manifattura Tabacchi di Firenze cambia pelle ancora una volta. Dal 1 agosto al 10 settembre 2020 diventa un’arena cinematografica (182 posti), una piazza della cultura che propone film originali e sorprendenti, ricchi di contenuti d’attualità e tante emozioni per chi ad agosto rimane in città. La maggior parte delle proiezioni saranno introdotte dai curatori o da ospiti, partner ed esperti, perché il cinema sia anche un luogo di socialità e confronto. Orario di inizio alle 21.15, preceduto due volte a settimana da talk di approfondimento (alle 19.30) su temi di attualità, scenari di possibili futuri alternativi, riflessioni sulla creatività e sul contemporaneo, negli spazi attigui alla piazza della ciminiera.

L’intento è promuovere un’interrogazione condivisa e partecipata, diventata più che mai urgente negli ultimi mesi, che coinvolga tutti i cittadini attraverso le emozioni dei film e il contributo degli ospiti. Il programma è a cura della Fondazione Stensen, che così estende fuori dalla propria sede istituzionale non solo i contenuti, ma anche il proprio approccio culturale, insieme ad alcuni partner abituali tra cui l’Accademia della Crusca, il Festival dei Popoli, la Società Psicanalitica Italiana, l’associazione In fuga dalla bocciofila.

Il programma prevede 41 serate suddivise in 6 percorsi tematici, più gli eventi speciali e una chiusura con AEROCENE, fuorimostra di ARIA di Tomàs Saraceno organizzata da Palazzo Strozzi insieme a Manifattura Tabacchi.
Scarica qui il programma in pdf

 

Bar – Ristorante

Il bistrot di Bulli & Balene in B9 (Piazza della Ciminiera) è aperto tutti i giorni.
Orari: lun-ven 9:00-01:00 / sab-dom 10:00-01:00 (chiuso 15 e 16 agosto). Il servizio ristorante inizia alle 19:30.
10% di sconto sulla cena a chi presenta il biglietto del cinema. Si consiglia la prenotazione allo 366 3640300.
Aperitivo con cicchetti veneziani a volontà.
Cartoccio di fritto e/o gelato artigianale da asporto al cinema.
Ogni domenica e giovedì cocomero in regalo presentando il biglietto del cinema!

Il 15 e il 16 agosto verrà offerto ai primi 100 spettatori un gelato, in collaborazione con Gelateria Baroncini.

 

Informazioni utili

L’arena è gestita dallo Stensen ed è organizzata secondo i protocolli Covid-19. Per partecipare in sicurezza alle proiezioni (costo 5€; Firenze al Cinema 4€) è possibile acquistare il biglietto sia di persona alla cassa (dalle 19.30), sia sul portale online dello Stensen su Liveticket (fino alle 20.00 del giorno dell’evento, con 0,50€ di prevendita). Occorrerà inoltre consegnare un foglietto con nome, cognome e recapito al personale del cinema, mentre la mascherina sarà obbligatoria durante la fila e all’entrata, ma potrà essere tolta una volta giunti al proprio posto, che verrà assegnato all’ingresso. Conviventi e familiari potranno accomodarsi accanto, prevedendo la platea sia posti doppi che singoli. La disposizione delle sedute è realizzata utilizzando il distanziamento tra le poltrone per scrivere in alfabeto morse “Se mi guardi esisto. Manifattura Tabacchi Estate 2020”.

In caso di pioggia forte la comunicazione di un’eventuale cancellazione sarà data sui canali social intorno alle 20.00. I talk si terranno comunque al chiuso.

 

 

PROGRAMMA TEMATICO

 

Se mi guardi esisto – Il cinema mai visto:

“Il cinema è composto da due cose: uno schermo e delle sedie. Il segreto sta nel riempirle entrambe” (Roberto Benigni)

1/8 – Ema di Pablo Larrain (Cile 2019, 102′- vm 14 – v.o sott. ita) Anteprima

7/8 – Galveston di Melanie Laurent (Usa 2018, 91′ – v.o sott. ita) Anteprima

17/8 – La Gomera di Corneliu Porumboiu (Rom/Fra/Ger 2019, 97′)

20/8 – Monos di Alejandro Landes (Col 2019, 102′ – v.o sott. ita) Anteprima

4/9 – Beach Bum – Una vita in fumo di Harmony Korine (Usa 2019, 95′ –  vm 14 – v.o sott. ita) Anteprima

5/9 – American Honey di Andrea Arnold (Usa 2016, 158′)

 

Manifattura italiana – giovani, belli e arrabbiati:

Il nuovo cinema italiano, tra anteprime e riscoperte, in tutto il suo splendore.

12/8 – Il grande passo di Antonio Padovan (Ita 2019, 96′)

15/8 – La terra dell’abbastanza di Damiano e Fabio D’Innocenzo (Ita 2018, 96 –  vm 14)

22/8 – Gli uomini d’oro di Vincenzo Alfieri (Ita 2019, 111′)

23/8 – Se c’è un aldilà sono fottuto – Vita e cinema di Claudio Caligari di S. Isola e F. Trombetta (Ita 2019, 105′)

26/8 – L’ospite di Duccio Chiarini (Ita 2018, 94′)

 

Brividi in Manifattura:

Quattro appuntamenti con il cinema di genere per esorcizzare le paure e combattere i pregiudizi.

4/8 – The Nest – Il Nido di Roberto De Feo (Ita 2019, 103′)

11/8 – Midsommar – il villaggio dei dannati di Ari Aster (Usa 2019, 140′ – vm 14)

19/8 – The invitation di Karyn Kusama (Usa 2015, 100′)

31/8 – Train to Busan di Yeon Sang-Ho (Cor 2016, 118′)

 

Orientarsi con le stelle a cura di In fuga dalla Bocciofila:

Sei film per tracciare una rotta e trovare una direzione, tra temi astrali e miti luminosi, per capire il mondo in cui viviamo e in cui (forse) vivremo ancora.

3/8 – Ritratto della Giovane in fiamme di Céline Sciamma (Fra 2019, 120′)

6/8 – Jules et Jim di Francois Truffaut (Fra 1961, 106′)

18/8 – Fantastic Mr Fox di Wes Anderson (Usa Gb 2009, 88′)

28/8 – LadyBird di Greta Gerwig (Usa 2017, 93′)

1/9 – Toro scatenato di Martin Scorsese (Usa 1980, 129′)

9/9 – Solo gli amanti sopravvivono di Jim Jarmusch (Gb/Usa 2013, 123′)

 

America oggi:

“Il mondo non è bianco, né lo é mai stato. Bianco è solo il colore del potere” (James Baldwin)

2/8 – Blackkklansman di Spike Lee (Usa 2018, 135′ – v.o sott. ita)

8/8 – Bombshell – La voce dello Scandalo di Jay Roach (Usa 2019, 108′)

14/8 – Scappa – Get Out di Jordan Peele (Usa 2016, 103′)

30/8 – I am not your negro di Raoul Peck (Usa/Fra 2016, 95′ – v.o sott. ita)

 

Cinema e Ambiente:

Può il cinema salvare il mondo dai cambiamenti climatici e della distruzione dell’uomo? La bellezza ci salverà.

16/8 – Honeyland di Tamara Kotevska e Ljubomir Stefanov (Mac 2019, 86′ – v.o sott. ita) Anteprima

27/8 – Secret screening

29/8 – Watermark di Jennifer Baichwal e Edward Burtynsky (Can 2013, 90′ – v.o sott. ita) Anteprima

 

Accademia della Crusca presenta: il cinema parla toscano

“I toscani hanno il cielo negli occhi e l’inferno in bocca” (Curzio Malaparte)

5/8 – Berlinguer ti voglio bene di Giuseppe Bertolucci (Ita 1977, 90′)

9/8 – Maraviglioso Boccaccio di Paolo e Vittorio Taviani (Ita 2015, 120′)

25/8 – Il Ciclone di Leonardo Pieraccioni (Ita 1996, 95′)

8/9 – La pazza gioia di Paolo Virzì (Ita 2016, 118′)

 

Buio in sala – Cinema & Psicoanalisi:

Lo psicoanalista guarda, ascolta e commenta il film insieme al pubblico, favorendo la percezione e l’ascolto delle emozioni suscitate dalla visione.

10/8 – Father and son di Kore’eda Hirokazu (Jap 2013, 120′)

21/8 – La Favorita di Yorgos Lanthimos (Gre 2018, 120′)

3/9 – Richard Jewell di Clint Eastwood (Usa 2019, 129′)

 

Gli eventi speciali:

Film fuori formato, sorprendenti collaborazioni e grandi storie per serate molto particolari.

13/8 – Letizia Battaglia – Shooting the mafia di Kim Longinotto (Irl/Usa 2019, 94’) Anteprima

24/8 – Normal di Adele Tulli (Ita/Sve 2019, 72′)

2/9 – I wish I was like you di Luca Onorati e Francesco Gargamelli (Ita 2019, 47′) Anteprima

6/9 – Omicidio al Cairo di Tarik Saleh (Sve 2017, 106′)

7/9 – One more Jump di Manu Gerosa (Ita 2019, 81′ – v.o sott. ita)

10/9 – Secret screening 

 

 

PROGRAMMA GIORNALIERO

 

sabato 1 agosto – ore 21.15

Se mi guardi esisto – Il cinema mai visto

Ema di Pablo Larrain (Cile 2019, 102′ – vm 14 – v.o sott. ita) – Anteprima

Ema e Gastón fanno coppia, lei è “fuoco che brucia” lui il focolare che lo contiene. Insieme hanno adottato Polo, insieme hanno fallito la sua adozione. Incapaci di gestire i suoi traumi, lo hanno restituito ai servizi sociali e adesso navigano a vista tra rimorsi e accuse.
Il film più sorprendente, anarchico, spiazzante e liberatorio del regista cileno Pablo Larraín. Un film visivamente dirompente che attrae, ipnotizza e non mancherà di dividere il pubblico…

 

domenica 2 agosto – ore 21.15

America oggi

Blackkklansman di Spike Lee (Usa 2018, 135′ – v.o sott. ita)

Storia vera di Ron Stallworth, detective afroamericano di Colorado Springs che all’inizio degli anni settanta ebbe l’ardire di infiltarsi nel Ku Klux Klan per impedire che il gruppo prendesse il controllo sulla città. Spike Lee al suo meglio per un film premiato con l’Oscar alla miglior sceneggiatura.

 

lunedì 3 agosto – ore 21.15

Orientarsi con le stelle a cura di In fuga dalla Bocciofila

Ritratto della Giovane in fiamme di Céline Sciamma (Fra 2019, 120′)

Francia, 1770.La pittrice Marianne deve raggiungere un’isola della Bretagna per dipingere il ritratto di una giovane donna, Héloïse, appena uscita dal convento per sostituire come sposa la sorella morta tragicamente… Da questa premessa Céline Sciamma ci regala un film sofisticato e stilisticamente perfetto, capace di fondere magistralmente forma e contenuto, teoria e racconto, cultura di genere e diritto alla passione.

 

Martedì 4 agosto

ore 19.30

Talk! Brividi di cinema

con Francesca Cavallin e Maurizio Lombardi – attori

Per dare inizio al mini-ciclo “Brividi in Manifattura” un incontro pubblico con due dei bravissimi protagonisti di The Nest, per parlare del cinema di genere, del mestiere dell’attore e del futuro della settima arte.
“The Nest è un dramma familiare con toni particolari, un film sui generis non di genere, spero per me il primo di una lunga serie, una prova interessante sia per la storia che per il personaggio…” “Io che non guardo film horror, ho dovuto vedere The Others e Profondo Rosso…” (Francesca Cavallin)
“Di solito per la faccia che mi ritrovo mi fanno fare sempre il villain, qui invece sono un cattivo vero, uno che gode nel fare cose agghiaccianti alle persone. Trovo molto gusto ad affrontare questi personaggi perché un ruolo come questo ti permette di attingere ai lati oscuri del tuo carattere che ovviamente nella vita di tutti i giorni non puoi mostrare” (Maurizio Lombardi)

ore 21.15

Brividi in Manifattura

The Nest – Il Nido di Roberto De Feo (Ita 2019, 103’)

Il giovane Samuel, costretto su una sedia a rotelle, vive con sua madre Elena in una villa isolata. Gli è vietato allontanarsi e ogni forma di indipendenza, nonostante la sua innata curiosità sul mondo esterno e strani avvenimenti che turbano la quiete della residenza. L’arrivo dell’adolescente Denise scardinerà definitivamente gli equilibri della famiglia. Perché la madre costringe Samuel a vivere come prigioniero nella sua stessa casa?

Alla presenza degli attori Francesca Cavallin e Maurizio Lombardi

 

Mercoledì 5 agosto

Ore 19.30

Talk! Il cinema di Roberto Benigni

con Neri Binazzi – docente di Sociolinguistica e Dialettologia italiana all’Università di Firenze, coordinatore del Vocabolario del fiorentino contemporaneo presso l’Accademia della Crusca.
Cioni Mario è il dirompente personaggio che ha fatto conoscere Roberto Benigni al cinema. È una figura offesa, che si esprime in un vero e proprio dialetto identitario, un codice di sopravvivenza che unisce all’esuberanza gestuale un candore quasi infantile. Dagli esordi del Cioni fino al Pinocchio di Collodi, la lingua del cinema di Benigni.

ore 21.15

Accademia della Crusca presenta: il cinema parla toscano

Berlinguer ti voglio bene di Giuseppe Bertolucci (Ita 1977, 90′)

Mario, sottoproletario con complesso edipico ed altre inibizioni a livello esistenziale e sociale, si ribella solo a parole all’alienazione di vita e di comportamento prodotta dall’attuale società. Anche in campo sessuale, Mario è fortemente “bloccato”; gli amici gli combinano gli scherzi più atroci, ma lui accetta qualsiasi realtà.

Introdotto da Neri Binazzi – sociolinguista, insieme a Sergio Forconi – attore

 

Giovedì 6 agosto – ore 21.15

Orientarsi con le stelle a cura di In fuga dalla Bocciofila

Jules et Jim di Francois Truffaut (Fra 1961, 106′)

La dolce vita secondo Truffaut. Nella Parigi bohémienne degli anni Dieci, due uomini e una donna provano ad amarsi oltre le regole, attraverso il tempo, la guerra, matrimoni e amanti, accensioni e delusioni.
Il film definitivo sul perdere e sul perdersi. Capolavoro d’utopia dolcemente amorale con l’indimenticabile Jeanne Moreau.

 

Venerdì 7 agosto – ore 21.15

Se mi guardi esisto – Il cinema mai visto

Galveston di Melanie Laurent (Usa 2018, 91′ – v.o sott. ita) – Anteprima

Roy è un piccolo gangster al soldo di un boss di New Orleans. Dopo essersi sentito diagnosticare un tumore incurabile, Roy accetta un lavoro che si rivela una trappola: il suo capo, infatti, ha deciso di eliminarlo. Roy, per salvarsi la vita, fugge nella sua città natale, a Galveston, portando con sé una giovane prostituta, Rocky, trovata per caso nelle mani degli sgherri che volevano fargli la pelle.
Un nuovo classico di genere diretto da Melanie Laurent e tratto dal romanzo di esordio di Nic Pizzolato il celebrato autore della serie TV “True detective”.

 

Sabato 8 agosto – ore 21.15

America oggi

Bombshell – La voce dello Scandalo di Jay Roach (Usa 2019, 108′)

Tre delle attrici americane più famose – Charlize Theron, Nicole Kidman, Margot Robbie – interpretano le donne che hanno denunciato per molestie sessuali Roger Ailes, l’uomo che ha contribuito a creare il più potente e controverso canale informativo di tutti i tempi, Fox News, riuscendo a farlo condannare. Ispirato a una storia vera.

 

Domenica 9 agosto

ore 19.30

Talk! Il cinema dei Taviani

con Raffaella Setti – docente di Linguistica italiana all’Università di Firenze, studiosa dell’italiano contemporaneo nella comunicazione cinematografica e radiofonica, collaboratrice dell’Accademia della Crusca

e Francesca Cialdini – docente a contratto all’Università di Modena Reggio Emilia, studiosa della norma grammaticale italiana dal Cinquecento a oggi, collaboratrice dell’Accademia della Crusca.

I Taviani, nella loro lunghissima carriera, hanno più volte eletto a protagonista dei loro film la Toscana, loro terra d’origine, mettendone in evidenza non solo la cultura e la forza morale e umana della sua gente, ma la sua lingua che unisce letterarietà e popolarità in un’alternanza in cui la parlata dei contadini può assumere toni epici e la lingua letteraria la si può trovare in una conversazione familiare.

ore 21.15

Accademia della Crusca presenta: il cinema parla toscano

Maraviglioso Boccaccio di Paolo e Vittorio Taviani (Ita 2015, 120′)

Nella Firenze del 1300, colpita dalla peste, dieci giovani si rifugiano in una villa in campagna dove impiegano il tempo raccontandosi delle brevi storie. Drammatiche o argute, erotiche o grottesche, tutte le novelle hanno in realtà un unico, grande protagonista: l’amore, nelle sue innumerevoli sfumature. Sarà proprio l’amore a diventare per tutti il migliore antidoto contro le sofferenze e le incertezze di un’epoca.

Introdotto da Raffella Setti – linguista e Francesca Cialdini – linguista

 

Lunedì 10 agosto – ore 21.15

Buio in sala – Cinema & Psicoanalisi

Father and son di Kore’eda Hirokazu (Jap 2013, 120′)

Un giorno, Ryota Nonomiya, uomo ricco ed egoista, riceve una telefonata dall’ospedale in cui gli viene rivelato di non essere il padre biologico di suo figlio, un bambino di sei anni. Infatti, al momento della nascita il piccolo è stato scambiato nella culla con il figlio di un’altra coppia. Ryota e sua moglie Midori, sconvolti dalla notizia, si troveranno di fronte a una difficile scelta: riprendersi il figlio biologico o continuare ad allevare il bambino che hanno cresciuto finora…

Introdotto da Rossella Vaccaro – psicologa e psicoanalista SPI

 

Martedì 11 agosto

ore 19.30

Talk! I Brividi del lettore

con Gianluca Morozzi – scrittore

Scrittore, fumettista, musicista e conduttore radiofonico. Un incontro/intervista con Gianluca Morozzi per introdurre Midsommar e capire insieme perché ancora dai suoi libri non siano stati tratti bellissimi film (o meglio perché lo hanno fatto gli americani prima di noi e senza dirci nulla…).

ore 21.15

Brividi in Manifattura

Midsommar – il villaggio dei dannati di Ari Aster (Usa 2019, 144’ – vm 14)

Dani e Christian sono una giovane coppia americana con una relazione in crisi. Dopo che una tragedia familiare si è abbattuta sulla vita di Dani, solo il dolore li tiene insieme. È lì che Dani decide di unirsi a Christian e ai suoi amici in un viaggio che ha come meta un festival estivo in un remoto villaggio svedese.
Dalla mente visionaria di uno dei registi più promettenti del momento, Ari Aster, un’opera cinematografica potente e impregnata di terrore, in cui un mondo fatto di oscurità prende vita in pieno giorno.

Alla presenza di Gianluca Morozzi – scrittore

 

Mercoledì 12 agosto

ore 19.30

Talk! Tra Cinema e Prosecco

con Antonio Padovan – regista

Una chiacchierata con il regista di Finché c’è prosecco c’è speranza, pronto per presentare al pubblico la sua opera seconda nel pieno dell’incertezza di come ripartirà il mercato cinematografico. Servirà del buon prosecco per fare il grande passo?

ore 21.15

Manifattura italiana – giovani, belli e arrabbiati

Il grande passo di Antonio Padovan (Ita 2019, 96′) – Anteprima

Mario vive a Roma, Dario nel Polesine. Mario ha una ferramenta, Dario un casolare. Mario segue le regole, Dario le disprezza. Figli dello stesso padre e di madre diversa, Mario e Dario sono fratelli ma non hanno niente in comune. Dopo un tentativo di lanciarsi sulla Luna finito con un campo incendiato e la denuncia del vicino, Dario viene condannato al ricovero coatto ma l’intervento provvidenziale di Mario cambia il corso degli eventi…
Stefano Fresi e Giuseppe Battiston per la prima volta insieme in un film che si inserisce nella tradizione della commedia italiana e celebra il sognatore presente in ognuno di noi…

Alla presenza del regista Antonio Padovan

 

Giovedì 13 agosto – ore 21.15

Evento speciale

Letizia Battaglia – Shooting the mafia di Kim Longinotto (Irl/Usa 2019, 94’) – Anteprima

La grande foto-reporter Letizia Battaglia racconta e si racconta senza filtri (dalla turbolenta giovinezza sino ad oggi), per dare vita a un film che è al contempo una biografia sospesa tra la sfera pubblica e quella privata, e il compendio storiografico che raccoglie i momenti salienti degli orrori e delle stragi perpetrate dalla mafia in Sicilia e non solo.

 

Venerdì 14 agosto – ore 21.15

America oggi

Scappa – Get Out di Jordan Peele (Usa 2016, 103′)

E’ arrivato anche per Chris e Rose il fatidico incontro con i suoceri di lui. Ma, a differenza del super classico Indovina chi viene a cena, l’atteggiamento super accomodante dei genitori di lei, inizialmente scambiato per imbarazzo verso il rapporto interrazziale della figlia, nasconde inquietanti retroscena. Riuscitissima satira sociale a tinte horror dell’America di oggi.

 

Sabato 15 agosto – ore 21.15

Manifattura italiana – giovani, belli e arrabbiati

La terra dell’abbastanza di Damiano e Fabio D’Innocenzo (Ita 2018, 96′ – vm 14)

Mirko e Manolo sono due giovani amici della periferia di Roma. Bravi ragazzi, fino al momento in cui, guidando a tarda notte, investono un uomo e decidono di scappare. La tragedia si trasforma in un apparente colpo di fortuna: l’uomo che hanno ucciso è un pentito di un clan criminale di zona e facendolo fuori i due ragazzi si sono guadagnati un ruolo, il rispetto e il denaro che non hanno mai avuto. Il folgorante esordio cinematografico dei fratelli D’Innocenzo autori di Favolacce.

 

Domenica 16 agosto – ore 21.15

Evento speciale

Honeyland di Tamara Kotevska e Ljubomir Stefanov (Mac 2019, 86′ – v.o. sott. ita) – Anteprima

Può un documentario prodotto e girato nella Macedonia del nord dedicato a una delle ultime apicoltrici selvagge vincere tre premi al Sundance e concorrere agli Oscar addirittura in due categorie (miglior film straniero e miglior documentario)? Opera sorprendente, poesia visiva dedicata al ritmo della natura e al rispetto dell’ambiente, inno alle tradizioni e alla perseveranza in un viaggio che vi porterà in un mondo lontano e affascinante.
In collaborazione con Festival dei Popoli.

 

Lunedì 17 agosto – ore 21.15

Se mi guardi esisto – Il cinema mai visto

La Gomera di Corneliu Porumboiu (Rom/Fra/Ger 2019, 97′)

Uno sbirro corrotto di nome Cristi, una manciata di milioni, una superiore algida e rossa di capelli, che sospetta di Cristi e non vede l’ora di entrare nella truffa per avere la sua parte, un criminale da liberare dalla prigione, una femme fatale fatta apposta per scombinare tutti i piani e un linguaggio fatto di fischi da imparare in fretta. Dalla Romania un film che scompagina il “genere” thriller/noir e regala agli spettatori una freschezza narrativa fuori dagli schemi.

 

Martedì 18 agosto – ore 21.15

Orientarsi con le stelle a cura di In fuga dalla Bocciofila

Fantastic Mr Fox di Wes Anderson (Usa Gb 2009, 88′)

Dopo dodici anni di vita casalinga trascorsa nella tana insieme a moglie, figlioletto e nipotino, Mr. Fox ricomincia a sentire il richiamo della vita libera e a considerare di riprendere le scorribande di un tempo. Ripresa la carriera di ladro di polli interrotta anni prima, Mr. Fox si trova a scontrarsi con i tre proprietari della fattoria, Boggis, Bunce e Bean, che non sono poi così contenti delle sue incursioni notturne nel pollaio.
Dal geniale Wes Anderson un originale ed emozionante film in stop-motion destinato ai bambini da 0 a 99 anni.

 

Mercoledì 19 agosto – ore 21.15

Brividi in Manifattura

The invitation di Karyn Kusama (Usa 2015, 100′)

Invitato a una reunion di vecchi amici, il giovane e introverso Will si reca con la compagna Kira nella sua vecchia casa
dove abitano l’ex moglie Eden, organizzatrice dell’evento, e il suo nuovo compagno David. Separatisi dopo la tragica morte del figlio i due ex sposi sembrano aver gestito il dramma in maniera opposta: Will è rimasto imprigionato nella gabbia del dolore; Eden al contrario sembra essere riuscita a superare il trauma grazie all’aiuto di un misterioso gruppo di sostegno…
Un avvincente thriller dai toni claustrofobici che “gioca” con lo spettatore fino al sorprendente finale…

 

Giovedì 20 agosto – ore 21.15

Se mi guardi esisto – Il cinema mai visto

Monos di Alejandro Landes (Col 2019, 102′ – v.o sott. ita) – Anteprima

Sette adolescenti sperduti sui monti della Colombia si allenano e combattono per adempiere ad una importante missione: proteggere una prigioniera americana mentre sono braccati dall’esercito.
Monos è uno sconvolgente survival thriller firmato dal nuovo talento del cinema sudamericano Alejando Landes. Un film tra i più efficaci e potenti degli ultimi anni dove Landes riesce nell’impresa di rendere un dramma estremamente specifico, come la guerra civile in Colombia, in un qualcosa di universale capace di coinvolgere il pubblico di ogni nazione, estrazione e ideologia.

 

Venerdì 21 agosto – ore 21.15

Buio in sala – Cinema & Psicoanalisi

La Favorita di Yorgos Lanthimos (Gre 2018, 120′)

Nell’Inghilterra del XVIII secolo, la fragile regina Anna occupa il trono, ma è la sua cara amica Lady Sarah a governare il paese, fino a quando la nuova serva Abigail non entra in competizione con lei per ottenere i favori e il potere della sovrana. Apologo sul potere virato al femminile, tra intrighi, perfidie e colpi di scena con tre attrici al loro massimo!

Introdotto da Ilaria Sarmiento – psicologa e psicoanalista SPI

 

Sabato 22 agosto

ore 19.30

Talk! La dura legge del cinema

con Vincenzo Alfieri – regista

“Gli uomini d’oro è un crime inaspettato e inusuale soprattuto per le scelte di cast e di struttura del film” (Vincenzo Alfieri). Incontro con Vincenzo Alfieri attore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico. Quattro chiacchiere per parlare del “nuovo” cinema italiano e di come nasce una sceneggiatura, tra aneddoti e curiosità

ore 21.15

Manifattura italiana – giovani, belli e arrabbiati

Gli uomini d’oro di Vincenzo Alfieri (Ita 2019, 111′)

Torino, 1996. Luigi il Playboy è un impiegato delle Poste deputato a guidare il furgone portavalori. Gli mancano tre mesi alla pensione, e già si vede gestire un chiringuito in Costa Rica insieme al collega e amico Luciano. Ma il ministro Dini – “uno che non l’ha eletto nessuno” – sposta dieci anni più avanti l’età pensionabile, e Luigi prende il destino nelle sue mani: rapinerà l’ufficio postale, impossessandosi dei valori che trasporta per mestiere.
Vincenzo Alfieri dirige uno dei film italiani più originali ed interessanti della scorsa stagione. Ispirato ad un fatto di cronaca realmente accaduto, un heist movie che vede come inediti protagonisti Fabio de Luigi, Giampaolo Morelli, Edoardo Leo e Gianmarco Tognazzi.

Alla presenza del regista Vincenzo Alfieri

 

Domenica 23 agosto

ore 19.30

Talk! Il Cinema di Claudio Caligari

con Simone Isola – regista

Incontro con Simone Isola regista, sceneggiatore e produttore cinematografico. Per sapere tutto, ma proprio tutto, sul regista meno prolifico (ma molto amato da chi ha avuto la fortuna di lavorarci assieme) del cinema italiano. Un’occasione unica per parlare dell’amore per il cinema ai tempi del covid.

ore 21.15

Manifattura italiana – giovani, belli e arrabbiati

Se c’è un aldilà sono fottuto – Vita e cinema di Claudio Caligari di Simone Isola e Fausto Trombetta (Ita 2019, 105′)

“Muoio come uno stronzo e ho fatto solo tre film”. È solamente una delle tante “frasi epiche” (ricordata da Valerio Mastandrea) di Claudio Caligari. Che torna in vita grazie a questo documentario, bellissimo e commovente, di Simone Isola e Fausto Trombetta.
I tre film realizzati e i tanti che mai hanno visto la luce. I luoghi e le testimonianze di chi ha avuto la fortuna di lavorare con lui. Un documentario sorprendente sul più grande maestro-outsider italiano e sulle dinamiche della sua cinematografia povera (nella quantità) ma ricchissima (nella forma e nei contenuti).

Alla presenza del regista Simone Isola

 

Lunedì 24 agosto – ore 21.15

Evento speciale

Normal di Adele Tulli (Ita/Sve 2019, 72′)

Un viaggio tra le dinamiche di genere nell’Italia di oggi, raccontate attraverso una successione di scene di vita quotidiana, dall’infanzia all’età adulta. Un caleidoscopio di situazioni di volta in volta curiose, tenere, grottesche, misteriose, legate dal racconto della cosiddetta normalità, mostrata da angoli e visuali spiazzanti. Un esordio spiazzante e originalissimo, che racconta quello che (non) è la normalità.

 

Martedì 25 agosto

ore 19.30

Talk! Il cinema di Leonardo Pieraccioni

con Marco Biffi docente di Linguistica italiana all’Università di Firenze, si è occupato di lessicografia e di lingua dei mezzi di comunicazione, collaboratore dell’Accademia della Crusca.

Esiste una lingua per far ridere? Leonardo Pieraccioni fa questo di mestiere, cerca di far ridere e ci riesce anche bene. Frizzi e lazzi semiseri ispirati dall’attore-regista toscano.

ore 21.15

Accademia della Crusca presenta: il cinema parla toscano

Il Ciclone di Leonardo Pieraccioni (Ita 1996, 95′)

Ci sono pochi film mitici come Il Ciclone. E insieme ad una serie di scene assolutamente Cult tutti si ricordano (o hanno sentito ripetere) i modi di dire e le battute dei protagonisti. La storia di Levante, Libero e Selvaggia che vivono in campagna insieme al padre Osvaldo, travolti da un ciclone di ballerine di flamenco…

Introdotto da Marco Biffi – linguista

 

Mercoledì 26 agosto – ore 21.15

Manifattura italiana – giovani, belli e arrabbiati

L’ospite di Duccio Chiarini (Ita 2018, 94′)

Il trentottenne Guido decide di separarsi dalla compagna. Lascia la casa dove convivono da anni e chiede ospitalità sui divani delle persone a lui più care. Inizia così uno strano viaggio che lo porta a trovarsi testimone delle vicende altrui da un punto di vista nuovo, quello dell’ospite.

Alla presenza del regista Duccio Chiarini

 

Giovedì 27 agosto

ore 19.30

Talk! Salviamo il pianeta!

con Sea Shepherd Italia

Negli ultimi anni è cresciuta la consapevolezza sul cambiamento climatico, sulle profonde modifiche al nostro ecosistema terrestre e marino, sull’inquinamento di massa delle plastiche. La fase successiva è agire per cercare di arginare pratiche illegali, far emergere criticità, ricostituire ecosistemi.

Sea Shepherd è un’organizzazione internazionale che concentra i suoi sforzi sui mari, attraverso la tattica dell’azione diretta per investigare, documentare e agire per la salvaguardia della delicata biodiversità degli ecosistemi oceanici.

ore 21.15

Secret screening / 1

Cosa può fare l’umanità per evitare il tracollo ecologico che si profila all’orizzonte di questo secolo? Non serve soltanto un’assunzione di responsabilità verso il mondo che abitiamo ma anche un’azione incisiva delle persone nei propri comportamenti privati e verso il sistema economico che promuove uno sfruttamento senza freni.
Film sorpresa dedicato a tutti quelli che vogliono approfondire le tematiche dell’ambiente e soprattutto quello che possiamo fare per il nostro futuro!

 

Venerdì 28 agosto – ore 21.15

Orientarsi con le stelle a cura di In fuga dalla Bocciofila

Lady Bird di Greta Gerwig (Usa 2017, 93′)

Christine rifiuta il nome che le è stato attribuito, per usarne uno che si è scelta: Lady Bird. Odia Sacramento, dove non succede nulla, e sogna New York. Nella lotta per affermare le proprie scelte la asseconda il padre disoccupato, ma non la madre infermiera, preoccupata per il suo futuro.
Opera prima dell’attrice Greta Gerwig, questo film è a pieno titolo un gioiello della commedia indipendente americana. Un perfetto film dissacrante sulla fine dell’adolescenza con protagonista una Saoirse Ronan in stato di grazia.

 

Sabato 29 agosto – ore 21.15

Watermark di Jennifer Baichwal, Edward Burtynsky (Can 2013, 90′ – v.o sott. ita) – Anteprima

Dagli stessi autori di Antropocene, un altro film visivamente magnifico, che immerge letteralmente lo spettatore nella complessità del sistema acqua globale. Dalle enormi dighe cinesi ai sistemi di irrigazione americani, dal lago d’Aral diventato deserto alle antiche cisterne di civiltà perdute la dimostrazione di quanto l’uomo ha sempre avuto bisogno di acqua. Per riflettere sulla sua fondamentale presenza nel generare, sostenere e arricchire la vita.

 

Domenica 30 agosto – ore 21.15

America oggi

I am not your negro di Raoul Peck (Usa/Fra 2016, 95′ – v.o. sott. ita)

Omaggio in immagini del libro mai terminato di James Baldwin, che avrebbe voluto raccontare la vita di tre dei suoi amici più stretti: Medgar Evers, Malcolm X e Martin Luther King, Jr. Racconto della situazione razziale in America e viaggio nella storia del popolo afroamericano collegando il movimento dei diritti civili del passato fino al più recente fenomeno #BlackLivesMatter.

 

Lunedì 31 agosto – ore 21.15

Brividi in Manifattura

Train to Busan di Yeon Sang-Ho (Cor 2016, 118′)

Corea del Sud. Seok-woo è divorziato ed è sempre troppo impegnato con il lavoro che non gli lascia molto tempo libero da dedicare a sua figlia Soo-an. Quando quest’ultima decide di prendere il treno per Busan, perché vuole andare a trovare sua madre, Seok-woo è costretto ad accompagnarla. Il treno parte, ma ben presto un terribile virus si diffonde e la gente comincia a trasformarsi in zombie. Per Seok-woo e sua figlia inizia così una drammatica lotta per la sopravvivenza.
Il regista coreano Yeon Sang-ho firma un horror di prim’ordine. Gli zombie seguono le orme dei classici di genere a loro dedicati, ma qui si spingono ancora oltre per farci riflettere.

Alla presenza di Caterina Liverani – critico cinematografico

 

Martedì 1 settembre – ore 21.15

Orientarsi con le stelle a cura di In fuga dalla Bocciofila

Toro scatenato di Martin Scorsese (Usa 1980, 129′)

Quando Jake LaMotta sale sul ring e combatte contro gli avversari a suon di pugni, il suo comportamento è quello di un campione pronto a vincere ancora. Quando invece questi tratta la famiglia allo stesso modo, la sua ira è una bomba ad orologeria che non può essere controllata. La storia di un pugile che vuole l’amore dei propri cari ma che si lascia conquistare dall’odio.
Uno dei capolavori indiscussi di Martin Scorsese con un “mostruoso” Robert De Niro nel film che gli valse l’Oscar per il miglior attore protagonista.

 

Mercoledì 2 settembre

ore 19.30

Talk! Gli anni 90′ di Kurt Cobain

con Luca Onorati e Francesco Gargamelli – registi

Per raccontare quello che viene prima del 2000 meglio usare la bassa definizione, le immagini di una tv ancora in formato 4.3, Beverly HillsNon è la Rai, il walkman e il Cd… La generazione dei quarantenni di oggi si guarda indietro con un po’ di nostalgia e ripensa alle ultime rock band leggendarie, all’impegno politico, alle rivoluzioni studentesche… Una chiacchierata su suoni e immagini di un’epoca per ricordarla insieme.

ore 21.15

I wish I was like you di Luca Onorati, Francesco Gargamelli (Ita 2019, 47′) Anteprima

Un viaggio negli anni novanta, a partire dal concerto dei Nirvana che si tenne a Marino, in provincia di Roma, il 22 febbraio 1994. Il decennio del grunge, visto da questa parte dell’Oceano, e della (folle) vita di chi era giovane più di vent’anni fa. Documentario girato con sapienza e allegria su un’epoca ancora poco raccontata dal cinema.

Alla presenza dei registi Luca Onorati e Francesco Gargamelli

 

Giovedì 3 settembre – ore 21.15

Buio in sala – Cinema & Psicoanalisi

Richard Jewell di Clint Eastwood (Usa 2019, 129′)

Storia (vera) di un innocente che si comportò da eroe e fu accusato di essere colpevole di una tentata strage. Clint Eastwood torna a raccontare l’America di oggi, le sue feroci contraddizioni, le vite non banali dell’uomo medio che diventa mito suo malgrado.

Introdotto da Vincenza Quattrocchi – psichiatra e psicoanalista SPI

 

Venerdì 4 settembre

ore 19.30

Talk! Una vita al massimo

con Roberto Recchioni

Per leggere un regista psichedelico, anticonformista, libertario come Harmony Korine non poteva che esserci un irriverente e onnivoro sceneggiatore come Roberto Recchioni, capace di contaminare generi e linguaggi, medium e contenuti diversissimi tra loro. Una chiacchierata pop-libertaria che parte dal cinema e arriva chissà dove passando per le infinite vie del fumetto.

ore 21.15

Se mi guardi esisto – Il cinema mai visto

Beach Bum – Una vita in fumo di Harmony Korine (Usa 2019, 95′ – vm 14 – v.o. sott. ita) – Anteprima

Il poeta Moondog vive come un naufrago urbano a Key West. Alcol, sesso, droga sono le sue uniche priorità assieme alla lettura di vecchie poesie. Da Miami arriva però una telefonata con cui la ricca moglie Minnie lo richiama all’ovile per presenziare al matrimonio della figlia Heather. Moondog torna quindi alla civiltà, pur senza cambiare abitudini. Stavolta però eventi imprevisti metteranno in serio pericolo la sua vita dissoluta e Moondog si troverà costretto ad affrontare nemici insormontabili: un centro di riabilitazione e l’obbligo di dover pubblicare una nuova opera.
L’ultima fatica di Harmony Korine è una commedia pirotecnica, vorticosa e alcolica sull’edonismo come stile di vita. Con un esplosivo Matthew McConaughey.

Alla presenza di Roberto Recchioni – sceneggiatore e curatore di Dylan Dog

 

Sabato 5 settembre – ore 21.15

Se mi guardi esisto – Il cinema mai visto

American Honey di Andrea Arnold (Usa 2016, 158′)

Stati Uniti. L’adolescente Star decide di lasciare la propria famiglia disfunzionale per unirsi a un gruppo che vende porta a porta, in giro per il Midwest, abbonamenti alle riviste. La ragazza si trova immediatamente a suo agio nel gruppo, di cui fa parte anche Jake, adottandone lo stile di vita fatto di serate alcoliche, piccoli misfatti e storielle amorose.
Un ritratto unico ed indimenticabile dell’America dimenticata. In perfetto equilibrio tra Jack Kerouac e Larry Clark, la britannica Andrea Arnold ci regala un atipico “on the road” sull’inconsistenza del sogno americano.

 

Domenica 6 settembre – ore 21.15

Evento speciale

Omicidio al Cairo di Tarik Saleh (Sve 2017, 106′)

Egitto, 2011, alcune settimane prima della Rivoluzione, in un hotel di lusso viene uccisa una famosa modella. Il caso è affidato a un poliziotto mediocre e corrotto che, venuto a conoscenza di una testimone, tenterà di fare giustizia districandosi tra femme fatale, ricatti e bassifondi de Il Cairo. Un noir teso e coinvolgente che rivela tutta la corruzione della polizia egiziana al servizio del potere economico e politico del paese.

 

Lunedì 7 settembre – ore 21.15

Evento speciale 

One more Jump di Manu Gerosa (Ita 2019, 81′ – v.o sott. ita)

Jehad e Abdallah praticano parkour, uno nella nativa Gaza, dove allena la nuova generazione del Gaza Parkour Team, l’altro a Firenze, con tutti i problemi connessi al vivere in un paese straniero, accogliente ma non troppo. Ritratto, doppio e speculare, di due esistenze difficili in cui sogni e speranze vengono messi a dura prova della realtà.

In collaborazione con Festival dei Popoli

 

Martedì 8 settembre

ore 19.30

Talk! Tutto quello che avreste voluto sapere sulla lingua italiana e non avete mai osato chiedere

con Maria Cristina Torchia – sociolinguista, redattrice del Vocabolario del fiorentino contemporaneo e del servizio di Consulenza linguistica dell’Accademia della Crusca.

Dubbi o curiosità sull’italiano, sulla sua stabilità, i suoi cambiamenti, i suoi rapporti con le altre lingue? Dubbi o curiosità sull’Accademia della Crusca, sul suo ruolo, sul lavoro che svolge? Una linguista che lavora all’Accademia risponderà a tutte le vostre domande.

ore 21.15

Accademia della Crusca presenta: il cinema parla toscano

La pazza gioia di Paolo Virzì (Ita 2016, 118′)

Beatrice e Donatella sono entrambe ospiti di una comunità terapeutica per donne con disturbi mentali, classificate come socialmente pericolose. La loro imprevedibile amicizia porterà a una fuga strampalata e toccante, alla ricerca di un po’ di felicità in quel manicomio a cielo aperto che è il mondo dei sani.

Introdotto da Maria Cristina Torchia – sociolinguista

 

Mercoledì 9 settembre – ore 21.15

Orientarsi con le stelle a cura di In fuga dalla Bocciofila

Solo gli amanti sopravvivono di Jim Jarmusch (Gb/Usa 2013, 123′)

Adam ed Eve, due raffinati amanti vampiri, hanno visto secoli di storia. Dalla propria posizione privilegiata, mentre sopravvivono nutrendosi con surrogati del sangue, i due osservano i cambiamenti del mondo.
Solo gli amanti sopravvivono è un ritratto profondo ed un’acuta metafora di un mondo che ha consumato voracemente le proprie risorse, i cui abitanti, come inconsapevoli zombie, contribuiscono attraverso abusi ed eccessi alla loro stessa autodistruzione. Jim Jarmusch costruisce un film ipnotico, ironico ed affascinante firmando così il suo capolavoro dark.

 

Giovedì 10 settembre – ore 21.15

Evento speciale

Secret screening / 2

Si possono racchiudere su schermo le mille sfaccettature dell’amore? Si può raccontare una storia che è mille storie diverse per far leva sui nostri ricordi, desideri e emozioni? Una serata omaggio al cinema, a tutte le arti, ai ricordi…

 

 

***Il programma potrebbe subire variazioni. Potrebbero raggiungerci nuovi ospiti, potremmo dover cancellare qualche proiezione causa maltempo, e magari aggiungere qualche film all’ultimo minuto. Tutti gli aggiornamenti saranno messi in tempo utile sui nostri siti e sulla pagina facebook.