Marco Polo – Un anno tra i banchi di scuola

Un documentario di Duccio Chiarini sul mondo della scuola. Un anno tra gli studenti e i professori dell'ITT Marco Polo di Firenze, tra sfide, integrazione e proposte di metodi educativi all'avanguardia.

dal 29 novembre 2019

Descrizione

Marco Polo – Un anno tra i banchi di scuola di Duccio Chiarini (Ita 2019, 86′)

 

Alle porte di Firenze, nel quartiere periferico dell’Isolotto, nascosto in un grande giardino a pochi metri dal frastuono della superstrada, si trova l’Istituto Tecnico per il Turismo “Marco Polo”. Ogni mattina 150 professori e 1600 studenti varcano le sue porte per affrontare le sfide con cui la scuola li costringe a fare i conti. Sono le stesse sfide che affrontano ogni giorno milioni di persone nel mondo. Non riguardano soltanto i programmi da insegnare o le nozioni da imparare ma l’essenza stessa dell’educazione, il senso della cittadinanza, il valore dell’accoglienza. Questo film è un viaggio attraverso quelle sfide.

Regia: Duccio Chiarini
Con: Istituto Tecnico Marco Polo Firenze
Genere: Documentario
Durata: 88 minuti
Produzione: Italia 2019
Edizioni: Italiano

 

Duccio Chiarini, il regista di Short Skin e dell’Ospite, ha portato stavolta la cinepresa all’interno di una scuola, l’istituto tecnico per il turismo Marco Polo di Firenze. Un anno di osservazione, fianco a fianco con il dirigente scolastico Ludovico Arte, i professori, gli studenti e le varie figure di sostegno per raccontare da dentro un mondo unico, quello della scuola, in si formano i nostri figli, i cittadini di domani. Tra sfide, progetti di integrazione, riflessioni sui metodi educativi, sull’unione tra cultura e attualità e sulla crescita affettiva accanto a quella cognitiva.

“Tutti parlano di scuola, ma nessuno la vede da dentro: non volevamo fare uno spot sul Marco Polo, ma far vedere una scuola in cui potrebbero riconoscersi tutti: e quindi mostrare i consigli di classe, l’incontro con gli psicologi, le discussioni, le interrogazioni, le lezioni di italiano ai migranti, la web radio e finanche i professori che spiegano mentre i ragazzi sbirciano il cellulare” (Ludovico Arte, dirigente scolastico).

Ci sono ovviamente i ragazzi, impegnati a discutere di politica, a distrarsi con i cellulari in classe, a ridere dei propri strafalcioni… ma anche impegnati a imparare le (nuove) lingue della globalizzazione (il cinese) e a insegnare l’italiano ai migranti grazie al progetto scolastico della Penny Wirton. Ci sono gli insegnanti che si interrogano sul loro ruolo, che devono prendere decisioni per i futuro dei propri studenti. Ci sono le tante attività straordinarie, dalla radio al giornalino della scuola, dai graffiti ai contest di musica trap, allo sport.

“Duccio Chiarini ha scelto la strada del documentario di osservazione, senza interviste e voce fuori campo, lasciando in questo modo tutto il campo ai protagonisti del mondo scolastico nella loro vita quotidiana. Una modalità vicina a quella del regista americano Frederick Wiseman, che riprende i luoghi che sceglie raccontando le persone all’interno di un contesto, facendo emergere i loro ruoli e le relazioni sociali che li legano. Chiarini ha saputo fare un lavoro simile su un ambiente scolastico molto specifico, e speciale, che sorprende lo spettatore per la sua originalità e universalità. E’ riuscito a uscire dall’ambito fiorentino e far diventare il Marco Polo specchio dell’Italia di oggi, nel bene e nel male” (Michele Crocchiola, direttore Fondazione Stensen).

 

Il film è stato presentato ad «Alice in città», sezione della Festa del Cinema di Roma dedicato alle giovani generazioni.

Anteprima giovedì 28 novembre al cinema La Compagnia.

 

Prodotto da ITT Marco Polo, La Règle du Jeu con il contributo di Fondazione CR Firenze, Fondazione Stensen, Unicoop Firenze, FLC CGIL e Confindustria Firenze.

 

Distribuito da Fondazione Stensen e Valmyn Distribution.

Kit promozionale qui.