Radio “On Mi”

Tre incontri (più uno) su Controradio per parlare di multimedialità, creatività, mediamix, ispirati dalla figura di Andrea Mi.

5, 12, 19, 26 dicembre 2020

Descrizione

RADIO “ON MI” – per Andrea Mi

 

Tre incontri sulle frequenze di Controradio sabato 5, 12 e 19 dicembre e un live-set musicale il 26 per parlare di multimedialità, creatività, mediamix, ispirati dalla figura di Andrea Mi, giornalista, architetto, docente e inesauribile anima della cultura e della scena artistica italiana, recentemente scomparso.

Amici, collaboratori, istituzioni si riuniscono sotto la sua egida creativa per rappresentare i tanti modi di intendere e proporre, spesso miscelandole tra loro, architettura, musica, design, arti visive, cinema in un caleidoscopio multidisciplinare che è proprio della cultura contemporanea.

 

A dicembre 2020 il programma-contenitore “On Mi” sarà in diretta sulle frequenze di Controradio 93.6/98.9 FM in Toscana, e online in streaming su www.controradio.it e www.radiomi.al, nelle giornate di sabato 5, 12 e 19 dicembre (dalle 15.40 alle 17.00). Chiuderà la serata di sabato 26 dicembre, con un live set inedito e esclusivo del musicista e dj Clap! Clap! 

Ogni sabato dalle 17.00 sarà inoltre possibile collegarsi a un approfondimento in diretta con gli ospiti in studio attraverso la piattaforma zoom, in modo da poter porre domande e contribuire alla discussione.

Le trasmissioni e il dj set saranno inoltre archiviate sotto forma di podcast, disponibili dopo la fine degli eventi sul sito web di Controradio e della Fondazione Stensen.

 

Il progetto On Mi è a cura della nascente Associazione Andrea Mi insieme con Fondazione Stensen, e in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze all’interno dell’iniziativa Inverno Fiorentino, con Mus.e e con Controradio e Radio Mi Albany.

On Mi è l’inizio di un percorso di riappropriazione collettiva, in memoria ed emulazione di una passione che soprattutto come docente Andrea Mi ha sempre rivolto ai più giovani. Ne fanno parte:

  • il luogo che il Comune ha proposto di dedicare al giornalista: il giardino tra Via del Sansovino e Via Bertoldo di Giovanni a Firenze
  • il sito Mixology, che continua a essere operativo
  • Radio Mi
  • un premio internazionale dedicato alla figura di Andrea Mi a sostegno della produzione artistica emergente
  • un progetto editoriale sulla ricerca multimediale

 

Le foto di Andrea Mi nel suo Salento sono di Andrea Riezzo per Sublument project.

Per contattare l’associazione o gli amici di Andrea, segnalare materiali e attività, o proporsi come contributore al progetto è possibile scrivere una email a zuffo@stensen.org

 


PROGRAMMA

 

Sabato 5 dicembre, dalle 15.40 alle 17.00

Il ruolo di Andrea nelle dinamiche culturali fiorentine, il progetto editoriale ispirato  alla ricerca delle origini della multimedialità.

Interverranno per il Comune di Firenze l’Assessore alla Cultura Tommaso Sacchi, i consiglieri Antonella Bundu e Renzo PampaloniCecilia Lentini, docente LABA e IED di linguaggi Multimediali, e Domenico Cafasso, direttore LABA; Daniele De Michele in arte Don Pasta, autore di libri e regista di documentari, attivista del cibo; Michele Crocchiola, direttore della Fondazione Stensen; Mario Perini dell’Ordine degli Architetti. 

Per riascoltare la trasmissione radiofonica basta andare sul sito di Controradio.
Per rivivere l’incontro che ne è seguito è possibile accedere a facebook qui: Incontro zoom 5 dicembre.

 

Sabato 12 dicembre, dalle 15.40 alle 17.00

Come sostenere la produzione artistica emergente a partire dall’idea di un Premio internazionale da dedicare ad Andrea Mi.
Si discuterà del futuro del premio, partendo da due cifre distintive di Andrea, come l’attitudine a trasformare passioni, relazioni e interessi in progetti con un carattere sempre produttivo e innovativo, e la capacità di intercettare le tendenze d’avanguardia.

In collegamento su Controradio Daniela Festa, docente di Geografia sociale e culturale all’Università Tor Vergata di Roma, a nome dell’Associazione Andrea Mi. Questi gli ospiti: Alessandra Bertini Malgarini dell’Istituto Italiano di Cultura a Tirana; Valentina Gensini, direttrice artistica di MAD Murate Art Disctrict, Mus.e; Maurizia Settembri, direttrice artistica di Fabbrica Europa; Cristiana Perrella direttrice del Museo di Arte Contemporanea Pecci di Prato; Giancarlo Cauteruccio attore, sceneggiatore, regista teatrale, fondatore della compagnia di teatro Krypton; Alioscia Bisceglia, musicista e cantante, ex Casinò Royale, oggi regista.

A seguire è confermato il “radioforum” sulla piattaforma zoom (accesso libero per tutti), trasmesso anche in streaming sulla pagina facebook di Fondazione Stensen. Agli ospiti in radio si aggiungeranno Kinkaleri, collettivo artistico che si occupa di arti della scena, performance e arte visiva, Véronique Nah della Compagnia Teatrale Piccoli Principi, Vittorio Iervese, presidente del Festival dei Popoli di Firenze, Maurizio Busìa di Fabbrica Europa, Roberto Ruta direttore artistico del Middle East Now, Paolo Pisanelli, direttore artistico del Festival del Cinema del Reale in Salento e Alessandra Foschi per l’Istituto Europeo del Design di Firenze.

Per riascoltare la trasmissione radiofonica basta seguire il link sul sito di Controradio.
Per rivivere l’incontro che ne è seguito è possibile accedere a facebook a questo link: Incontro zoom 12 dicembre

 

Sabato 19 dicembre, dalle 15.40 alle 17.00

“Mixology”: il ‘Mix’ musicale come lente per interpretare i più interessanti e innovativi fenomeni contemporanei, frutto di ibridazioni culturali.

Interverranno in radio Andrea Rausa e Matteo Chelini della Mixology Crew, a nome dell’Associazione Andrea Mi insieme a svariati ospiti: Damir Ivic, giornalista e critico musicale (firma per Il Mucchio Selvaggio, Soundwall, DLSO) e Michele Pauli, in arte Pardo, già fondatore etichetta OOh-Sounds ed ex Casino Royale; Simona Faraone, manager dell’etichetta New Interplanetary Melodies e socia etichetta Roots Underground; Nandu Popu, membro dei Sud Sound System, cantante reggae, produttore e attore; Rubin Beqo, fondatore e direttore Radio Mi Albania, Cristiano Crisci, in arte Clap!Clap! produttore, dj, musicista fiorentino di punta dell’avanguardia jazz ed elettronica nazionale e internazionale; Leonard Politi, fondatore e membro della Numa Crew, collettivo di producers, dj e mc fiorentini pionieri dei suoni Dubstep e UK Bass in Italia.

A seguire nel “radioforum” della giornata sulla piattaforma zoom  si aggiungeranno Ludovico Esposito (Xenomorph Sounds/Sud Sonico), Marcello Farno (Bizzarre Love Triangle), Francesco ‘Dubin’ (Insintesi/Plant Dub), Enrico Romero (Auditorium FLOG/Firenze Jazz Festival), Andrea Di Stefano (Studio Stream/Mondo Nero), Dj Balli (Sonic Belligeranza), Dj Craim (Dj, Turntablist, producer) e altri.

Per riascoltare la trasmissione radiofonica basta seguire il link sul sito di Controradio.
Per rivivere l’incontro che ne è seguito è possibile accedere a facebook a questo link: Incontro zoom 19 dicembre

 

Sabato 26 dicembre, dalle ore 22.00

Live-set esclusivo sulle frequenze (e in streaming) su Controradio di Cristiano Crisci, in arte Clap! Clap! – produttore, dj, musicista fiorentino di punta dell’avanguardia jazz ed elettronica nazionale e internazionale.

In Toscana in FM sulle frequenze 93.6/98.9
In streaming qui:

per riascoltare in streaming il live-set di Clap! Clap! c’è il podcast di Controradio.

 

 

La #Playlist musicale delle trasmissioni, a cura della crew di mixology è su spotify:

 


 #ProgettiVideo

Raccolta One Minute Suite

One Minute Suite è un progetto curato da Andrea Mi, nato nel 2002 da una sfida con il festival Videominuto, longeva manifestazione che si è svolta presso il Museo Pecci di Prato che proponeva una rassegna internazionale di video da un minuto.

In un contesto ancora largamente estraneo alla rapidità degli scambi attraverso piattaforme e canali social, la sfida di One Minute Suite è stata quella di utilizzare il formato dei 60 secondi per sperimentare nuove strade all’interno di un genere, il videoclip musicale, che se molte volte è stato rivoluzionario nel sovvertire codici linguistici e audiovisivi, appariva già allora ripetitivo e scarsamente innovativo.

Alla base del progetto c’era un’idea semplice ma intrigante: commissionare la composizione di un brano originale da 1 minuto esatto (una piccola suite) a influenti musicisti dell’area elettronica internazionale, sufficientemente coraggiosi da lanciarsi in una simile peripezia sonora. Ciò che era stato richiesto non era un “cut” da un brano più lungo o un frammento di qualcosa di già registrato, ma una composizione originale che avesse senso nel minuto esatto della sua durata. Il passaggio successivo era poi quello, una volta ascoltati gli “audiominuti”, di ricercare un videomaker sperimentale al quale commissionare la “visualizzazione” di uno specifico pezzo, secondo modalità orientate all’innovazione della forma audiovisiva e all’interazioni originale tra suono e immagine: processazioni generative, implementazione delle pratiche del vjing, artigianalità evoluta e videodesign futuribile.

Tutti i video della collezione sono visibili a questo link: https://vimeo.com/channels/oneminutesuite

 

 

Elegia in MI bemolle Minore di Véronique Nah

Véronique Nah è un’artista di teatro e una musicista, autrice del video dedicato ad Andrea Mi che ha realizzato con la collaborazione di Alessandro Libertini, artista di teatro, e Anna Balducci, coreografa e danzatrice.

Il concetto chiave, che ha guidato l’elaborazione del video, è riassunto nella parola “legato”. Questo termine tecnico è presente sia nella musica che nella danza, e indica che le note di una frase melodica o i gesti di una sequenza coreografica debbano essere accostati gli uni agli altri, immediatamente, senza interruzioni.

Il pulsare continuo degli interessi, “senza interruzioni”, di Andrea Mi per la videoarte, la musica, la danza, l’architettura abita il video ”Elegia in MI bemolle MInore”.

Véronique Nah ha voluto, con questo video, rendere omaggio ad Andrea Mi: “con molta espressione, sempre legatissimo”, come recita la partitura di Chopin nel definire l’interpretazione dell’Opus10 no.6 al pianoforte.

 


 #DiconodiAndrea

 

Tommaso Sacchi, Assessore alla Cultura del Comune di Firenze: “Andrea aveva una serie di grandi doni e qualità. Era una persona gentile, capace di entrare nel profondo delle storie che raccontava con un garbo che mi ha sempre molto stupito. Imprevedibile nelle sue vaste conoscenze, aveva un’intelligenza raffinata, Andrea Mi era un eccellente operatore culturale. Ho sempre avuto il più autentico piacere di parlare con lui di architettura e arte contemporanea e di costruire insieme progetti per la città. Ricordarlo con questo appuntamento sarà un’occasione – per chi lo ha conosciuto e stimato – per sentirlo ancora vicino a noi”.

 

Raffaela Casini, presidente Associazione Andrea Mi: “In questi giorni con un gruppo di amici stretti stiamo costituendo l’associazione Andrea Mi, ci proponiamo di seguire il solco tracciato da Andrea e continuare a mettere in contatto persone che si esprimono nelle diverse forme e linguaggi artistico-culturali contemporanei per valorizzarne lo scambio che da esso si innesca. L’associazione ha l’obiettivo di sostenere e promuovere la sua visione artistica e culturale, la sua capacità di intercettare dinamiche artistiche e territoriali innovative e di declinarle nelle diverse forme e linguaggi artistico-culturali contemporanei in una visione di interdisciplinarità e multimedialità.”

 

Michele Crocchiola, direttore della Fondazione Stensen: “Andrea Mi aveva una capacità unica nel far dialogare diverse espressioni creative tra loro e nello studio delle pratiche di contaminazione tra arti diverse. Un approccio che ha coinvolto anche tante persone con sensibilità affini, che si sono ritrovate a raccogliere le sue molteplici eredità in una modalità compartecipativa di cui Andrea sarebbe andato fiero, e di cui lo Stensen spera presto di poter presentare ulteriori frutti alla città di Firenze.”