Cinema e Letteratura

I film tratti dai libri, in collaborazione con La città dei Lettori.

luglio-agosto 2022
Sala: Villa Bardini

Descrizione

CINEMA IN VILLA 2022

@ Giardino di Villa Bardini

7 luglio – 28 agosto 2022

 

Il cinema torna ad abitare nei mesi di luglio e agosto la magnifica Terrazza Belvedere del Giardino Bardini, offrendo un ambiente fresco e accogliente, con vista su tutta la città e sullo schermo una selezione di grandi successi della stagione cinematografica, classici senza tempo, pellicole per tutta la famiglia!

Vai al programma completo Cinema in Villa Bardini 2022

 

Cinema e Letteratura

in collaborazione con La città dei Lettori

Ore 21.15

16 luglio – Drive my car di Ryūsuke Hamaguchi (Giappone 2021, 180’)

17 luglio – La figlia oscura di Maggie Gyllenhaal (Usa 2021, 121’)

26 luglio – Scompartimento n. 6 di Juho Kuosmanen (Fin/Ger/Est/Rus 2021, 107’)

8 agosto – Assassinio sul Nilo di Kenneth Branagh (Usa 2022, 127’)

13 agosto – Nostalgia di Mario Martone (Italia 2022, 117’) – with english subtitles

 

Sabato 16 luglio

Drive my car di Ryūsuke Hamaguchi (Giappone 2021, 180’)

Tratto dal racconto Drive my car di Haruki Murakami (in Uomini senza Donne, Einaudi)

Il film di Ryūsuke Hamaguchi, uno dei nuovi maestri del cinema giapponese contemporaneo, è stato uno dei titoli più premiati e acclamati dell’ultima stagione cinematografica. Ha iniziato a mietere consensi e riconoscimenti fin dalla sua presentazione a Cannes nel 2021, dove si è aggiudicato il premio per la miglior sceneggiatura, per poi vincere come miglior film internazionale ai BAFTA, Golden Globes e Academy Awards. Il capolavoro di Hamaguchi, che oltre a essere una superba e magistrale trasposizione da un racconto di Murakami omaggia anche Zio Vanja di Cechov, rimasto a lungo in programmazione nei circuiti di qualità e nei cinema d’essai non poteva certo mancare nello scenario suggestivo e incantato di Villa Bardini.

 

Domenica 17 luglio

La figlia oscura di Maggie Gyllenhaal (Usa 2021, 121’)

Tratto dal libro La figlia oscura di Elena Ferrante (Edizioni E/O)

Per il suo esordio dietro la macchina da presa, presentato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, l’attrice Maggie Gyllenhaal ha deciso di adattare il terzo romanzo di Elena Ferrante, spostando l’ambientazione dall’Italia alla Grecia. Un mélo con ambizioni autoriali e uno sguardo “europeo” dove il tempo, attraverso i ricordi e i relativi sensi di colpa, diviene un tormento per la protagonista, Leda, interpretata da una bravissima Olivia Colman. La figlia oscura riflette in modo originale sul conflitto tra chi siamo e ciò che vorremmo essere e sulle ferite aperte e mai rimarginate che accomunano Leda alle altre donne protagoniste dei romanzi della Ferrante, chiamate a pagare in prima persona il prezzo della loro emancipazione.

 

Martedì 26 luglio

Scompartimento n. 6 di Juho Kuosmanen (Fin/Ger/Est/Rus 2021, 107’)

Tratto dal libro Scompartimento n.6 di Rosa Liksom (Iperborea)

Dopo essere stato uno dei titoli più apprezzati di Cannes 74, dove si è aggiudicato il Gran Premio Speciale della Giuria, il film del finlandese Juho Kuosmanen ha saputo far breccia anche nel pubblico di casa nostra, divenendo uno dei titoli più apprezzati e di maggior tenitura nei circuiti d’essai e di qualità. Tratto dal romanzo omonimo di Rosa Liksom, segue una ragazza finlandese che lascia Mosca alla volta del porto artico di Murmansk per visitare e osservare da vicino le iscrizioni rupestri del sito archeologico. Un riuscito e sorprendente film on the road, ambientato negli anni ‘80 sullo scompartimento del titolo che la protagonista dovrà dividere con un minatore russo in apparenza rozzo e scorbutico.

 

Lunedì 8 agosto

Assassinio sul Nilo di Kenneth Branagh (Usa 2022, 127’)

Tratto dal libro Poirot sul nilo di Agatha Christie (Mondadori)

La vacanza in Egitto del celebre e abile investigatore Hercule Poirot a bordo di un battello a vapore si trasforma in una serrata e ansiogena ricerca dell’assassino quando la luna di miele di una coppia perfetta viene tragicamente interrotta. Dopo il grande successo di pubblico della sua versione cinematografica di Assassinio sull’Orient Express, Kenneth Branagh torna a vestire i panni di uno degli investigatori più famosi della letteratura mondiale, nato dalla brillante penna di Agatha Christie. Per questa sua nuova prova davanti e dietro la macchina da presa si circonda nuovamente di un cast all stars.

 

Sabato 13 agosto

Nostalgia di Mario Martone (Italia 2022, 117’) with english subtitles

Tratto dal libro Nostalgia di Ermanno Rea (Feltrinelli)

Felice Lasco (uno straordinario Favino), in fuga forzata dalla sua città quand’era ancora un adolescente per fare tappa prima a Beirut, poi in Sudafrica e poi fermarsi in Egitto, al Cairo, si ripresenta dopo quasi quarant’anni alla porta dell’ormai anziana madre (Aurora Quattrocchi) per accudirla prima che sia troppo tardi. In poco meno di nove mesi Mario Martone è stato in concorso nei due festival cinematografici più importanti e prestigiosi a livello internazionale, prima a Venezia con Qui rido io, ambientato nella Napoli di inizio Novecento, e poi a Cannes con Nostalgia, unico film italiano nella selezione ufficiale, ambientato nel Rione Sanità dei giorni nostri. Segno inequivocabile del momento artistico particolarmente felice, ispirato e prolifico che sta attraverso il regista partenopeo, favorito e impreziosito dal sodalizio in fase di scrittura con la moglie Ippolita Di Majo.