Crimini d’estate – Torridi thriller

I brividi dei “crimini d’estate”: storie di poliziotti e banditi, misteri e delitti.

agosto 2022
Sala: Teatro Romano di Fiesole

Descrizione

75° Estate Fiesolana

Il Cinema sotto le stelle al Teatro Romano di Fiesole

a cura della Fondazione Stensen

 

Ad agosto, due settimane di film da recuperare assolutamente, all’interno di uno dei cinema più affascinanti d’Italia. L’anfiteatro romano di Fiesole nel 2022 ospita una selezione dei più importanti titoli della stagione appena trascorsa, sia italiani che stranieri, con molte visioni sottotitolate in italiano o inglese a seconda della nazionalità della pellicola, e gli ultimi 2 appuntamenti dell’omaggio al regista iraniano, premio Maestri del cinema 2022, Asghar Farhadi. Oltre a questo le 4 serate con i brividi dei “crimini d’estate”, storie di poliziotti e banditi, misteri e delitti che meritano di essere scoperti e goduti nel fresco del cinema sotto le stelle!

 

Vai al programma completo Il Cinema sotto le stelle al Teatro Romano di Fiesole

 

#Crimini d’estate – Torridi thriller

La Isla Minima di Alberto Rodríguez (Spagna 2014, 105’) – versione italiana

Che dio ci perdoni di Rodrigo Sorogoyen (Spagna 2016, 125’) – versione italiana

La rapina del secolo di Ariel Winograd (Argentina 2020, 114’) – versione italiana

Criminali come noi di Sebastián Borensztein (Argentina 2019, 116’) – versione italiana

 

Lunedì 8 agosto

La Isla Minima di Alberto Rodríguez (Spagna 2014, 105’) – versione italiana

Spagna, 1980. In un piccolo villaggio del profondo sud, in cui il tempo sembra essersi fermato, si è insediato un serial killer responsabile della scomparsa di molte adolescenti. Quando una madre di due giovani ragazze scomparse spinge per un’indagine, due detective della omicidi arrivano da Madrid per cercare di risolvere il mistero. Un thriller ambiguo e oscuro dalle forti implicazioni politiche, ambientato in un periodo storico complicato per la Spagna, appena uscita dal lungo, terribile e doloroso regime franchista.

 

Venerdì 12 agosto

Che dio ci perdoni di Rodrigo Sorogoyen (Spagna 2016, 125’) – versione italiana

Estate 2011. In una Madrid arroventata e caotica, alle prese con imponenti misure di sorveglianza per l’imminente visita del Papa, due poliziotti danno la caccia ad un serial killer – nonché stupratore – di donne anziane. Un film teso e avvincente diretto, con un senso per il ritmo e per l’azione davvero impareggiabili, da Rodrigo Sorogoyen, astro nascente del cinema spagnolo. Thriller imperdibile, con i dovuti distinguo è il Seven europeo.

 

Lunedì 15 agosto

La rapina del secolo di Ariel Winograd (Argentina 2020, 114’) – versione italiana

Venerdì 13 gennaio 2006: una banda di ladri guidata da Vitette si introduce nella filiale del Banco Río di Acassuso, in provincia di Buenos Aires, per la rapina del secolo. I poliziotti attendono l’ordine del loro capo mentre Miguel Sileo, il negoziatore, è in attesa di parlare proprio con Vitette. Tratto da una storia vera, adattata per il grande schermo da uno degli autori della rapina assieme al produttore Alex Zito.

 

Sabato 20 agosto

Criminali come noi di Sebastián Borensztein (Argentina 2019, 116’) – versione italiana

Buenos Aires, 2001. Durante la crisi economica che ha portato al blocco delle banche, alcuni uomini mettono insieme i loro risparmi per acquisire dei silos abbandonati su una proprietà agroindustriale. Truffati da un avvocato e da un funzionario senza scrupoli, decidono di riprendersi il maltolto. Diretto dal regista argentino Borensztein che qualche anno fa si era fatto notare con Cosa piove dal cielo?, interpretato sempre da Ricardo Darín che qui recita accanto al figlio Chino.