DAU – Natasha

Dal Festival di Berlino, il film nato da un progetto che per anni ha simulato la dura vita dell'URSS tra il 1938 e il 1968.

da lunedì 11 ottobre 2021
Sala: Stensen

Descrizione

DAU – NATASHA di Ilya Khrzhanovskiy e Jekaterina Oertel (Ger / Ucr / GB / Rus 2020, 135′)

 

Il film fa parte del progetto DAU, che in Ucraina ha raccolto per anni volontari disposti a simulare quotidianamente, in una cittadella costruita appositamente e poi distrutta, la dura vita dell’URSS tra il 1938 e il 1968.

Ne sono nati sei lungometraggi, una serie tv, un’installazione artistica, alcuni testi scritti e diversi videoclip. Un materiale che restituisce il clima di dittatura, violenza e impunità dello stalinismo e oltre, ma che sembra adombrare anche una forte critica al blocco ex sovietico del presente.

Il film DAU Natasha, ambientato negli anni ’50 dell’Unione Sovietica, è l’unico visibile nei cinema. Natasha e Olga lavorano nella mensa di un Istituto di ricerca segreto. La mensa è il luogo da cui tutti finiscono per passare, compresi gli scienziati. Con uno di essi, il francese Luc Bigé, la donna ha un rapporto sessuale. Quando i servizi segreti lo vengono a sapere, la donna verrà costretta a diventare una spia…