IL TEMPO e L’ETERNO

Il Novembre Stenseniano 2019, in collaborazione con l'Accademia della Crusca.

dal 9 novembre al 7 dicembre 2019

Descrizione

 

 

Novembre Stenseniano 2019

9 novembre – 7 dicembre: sabato 15.30

 

IL TEMPO e L’ETERNO

Le parole, i concetti e i significati

 

in collaborazione con l’Accademia della Crusca

 

 

Il “tempo” e l’”eterno” non sono solo parole ricorrenti nel linguaggio comune e nelle conversazioni abituali, ma anche concetti complessi che, in relazione al mutare del contesto e dell’ambito di riferimento, possono assumere significati diversi e plurimi. L’esperienza del “tempo”, in particolare, è sempre stata un “luogo” privilegiato di interrogazione filosofica, di riflessione e meditazione teologica, di dominio tecno-scientifico, di relazionalità sociale e di creatività artistica, letteraria e figurativa, che hanno trovato forma e designazione in una molteplicità di parole, a loro volta esito di pensieri evocativi di vari processi e dinamiche naturali, di emozioni e sentimenti umani, di prospettive spazio/temporali globali e cosmiche. Si realizza in tal modo una rete di relazioni e interazioni per cui spesso, con troppa disinvoltura, ricorriamo a parole, esprimiamo concetti e alludiamo a significati senza un’adeguata consapevolezza della loro origine, referenza e funzione propria, con il risultato di penalizzarne la potenziale valenza propositiva e simbolico-evocativa.

 

La parola “tempo”, su cui intendiamo interrogarci, indica un’intricata impalcatura di concetti più o meno complessi su cui può essere utile fare chiarezza per una più autentica e responsabile intelligenza di questa inestricabile e ineludibile dimensione della realtà e dell’esperienza umana. Solo per citare alcuni esempi, che relazione c’è, che significato assumono e come conciliare lo “spazio/tempo” della relatività fisica con l’immensità dell’universo, l’infinito cosmico astronomico con l’infinito poetico del Leopardi, l’eternità come inesauribile trascorrere del tempo e il «per tutti i secoli dei secoli» (per omnia saecula saeculorum) della liturgia e teologia cristiane? Ha senso parlare di “felicità eterna” dal momento che è un sentimento umano che si vive solo nel tempo in contrapposizione ad un sentimento opposto? Eterno ed eternità sono sinonimi oppure designano esperienze, concetti e significati non convergenti e antinomici?

 

Ogni singola sessione del percorso proposto sarà preceduta da una breve riflessione linguistica a cura dell’Accademia della Crusca.

 

 

Programma

 

Sabato 9 novembre 15.30
L’infinito nella filosofia e nella letteratura
Breve riflessione linguistica: Infinito

 

Sabato 16 novembre 15.30
L’infinito nella matematica
Breve riflessione linguistica: Misura

 

Sabato 23 novembre 15.30
L’Eterno e l’eternità
Breve riflessione linguistica: Eterno e eternità

 

Sabato 30 novembre 15.30
Il tempo e la storia
Breve riflessione linguistica: Storia

 

Sabato 7 dicembre 15.30
Fine dei tempi?
Breve riflessione linguistica: Fine (il, la)

Stampa questo articolostampa pagina Stensen