La memoria divisa. Storie, conflitti, film 50 anni fa in Italia.

percorso "La memoria divisa" è su Piazza Fontana, con lo scrittore e giornalista Gianni Barbacetto.

da mercoledì 11 dicembre 2019

Descrizione

La memoria divisa. Storie, conflitti, film 50 anni fa in Italia. 

12 Dicembre 1969 – Con l’attentato di Piazza Fontana l’Italia entra negli anni di piombo, la strategia della tensione domina la politica e la società. 

Negli stessi mesi arrivarono nuovi film di Visconti, Cavani, Petri, Pontecorvo e tanti altri. Il cinema come specchio del malessere di una società, anticipatore di una tensione sociale e politica che non si sarebbe più spenta. La vita culturale, sociale e politica della fine degli anni sessanta andava a impattare sul nuovo decennio. 

50 anni dopo un viaggio, breve e intenso, dentro un inverno che cambiò l’Italia moderna. 

 

Mercoledì 11 dicembre – ore 20.30 / incontro

L’anniversario: Piazza Fontana. Raccontare per non dimenticare. 

Incontro con Gianni Barbacetto, giornalista e scrittore, autore di Piazza Fontana: il primo atto dell’ultima guerra italiana (Garzanti 2019)

 

Martedì 14 gennaio – ore 20.30 / film

La caduta degli Dei di Luchino Visconti (Italia, Germania 1969, 155′) 

Ai familiari riuniti per festeggiare il suo compleanno, il vecchio Joachim Essenbeck, proprietario di una delle più grandi acciaierie tedesche, annuncia il proposito di sostituire alla direzione dell’azienda il figlio Herbert, di idee democratiche, con l’altro figlio, Kostantin, iscritto alle S.A. Apice del decadentismo viscontiano, con echi di Shakespeare, Wagner e Thomas Mann, una potente saga familiare ambientata in una residenza sinistra, rifugio di un’umanità accecata dalle ambizioni personali costretta a confrontarsi con la Storia.

Prima proiezione al cinema 16 ottobre 1969

 

Martedì 21 gennaio – ore 20.30 / film

Queimada di Gillo Pontecorvo (Italia 1969, 129′)

William Walker, un agente inglese, viene inviato a Queimada, un’isola dei Caraibi, per fomentare una rivolta contro i portoghesi. L’azione di Walker non tende a favorire la popolazione locale nella conquista dell’indipendenza ma, al contrario, mira a far sì che l’Inghilterra possa sostituirsi all’impero delle altre potenze europee nell’America latina. Un film attentamente studiato e dalla forte analisi storica, con un Marlon Brando intenso e sfaccettato.

Prima proiezione al cinema 21 dicembre 1969

 

Martedì 11 febbraio gennaio – ore 20.30 / film 

Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto di Elio Petri (Italia 1970, 112′)

Il capo della Squadra Omicidi di una grande città viene promosso a dirigente dell’Ufficio Politico della Questura. Proprio nel giorno della promozione, l’alto funzionario uccide la sua amante, dalla quale è sempre stato deriso. Ma, anziché preoccuparsi di non lasciare tracce del delitto, l’assassino, certo di essere al di sopra di ogni sospetto, si impegna paradossalmente a moltiplicare gli indizi a proprio carico. Un film, dal linguaggio asciutto e il ritmo teso, sul potere sottratto al controllo.

Prima proiezione al cinema 12 febbraio 1970

Stampa questo articolostampa pagina Stensen